• 03/03/2024

Biotech Tunisia: occupabilità dei biotecnologi

 Biotech Tunisia: occupabilità dei biotecnologi

Manel Ben M’Hadheb, F.Altruda, J.Gharbi, S.Geuna, M.Kochlef

Dalla Tunisia all’Università di Torino: il progetto Biotech Tunisia per migliorare l’occupabilità dei biotecnologi

 

Al Molecular Biotechnology Center cinque giorni di incontri con docenti, ricercatori e dirigenti del Ministry of Higher Education and Scientific Research di Tunisi nell’ambito nel progetto Erasmus+ “Biotech Tunisia”

È iniziato lunedì 29 gennaio e proseguirà fino a venerdì 2 febbraio al Molecular Biotechnology Center (MBC) dell’Università di Torino (via Nizza 152, Torino), l’incontro “Modernisation de la formation en biotechnologie en vue d’une meilleure employabilité des diplômes en Tunisie”, inserito nell’ambito del progetto Erasmus+ Capacity Building for Higher Education “Biotech Tunisia”.

L’iniziativa coinvolge le quattro università tunisine di Monastir, Sfax, Manouba e Jendouba,  insieme a tre partner europei: Università di Torino (Italia), Porto (Portogallo) e Tampere (Finlandia).

L’obiettivo principale del progetto è rivedere e riformare i programmi di apprendimento nel settore biotech in ciascuna delle quattro università tunisine coinvolte e trasferire nella realtà tunisina l’esperienza maturata in Unito sulla capacità di fare impresa partendo dall’Università nel campo delle biotecnologie, nonché ridefinire gli obiettivi di apprendimento e i piani ministeriali tunisini.

Compito dei partner europei è suggerire o indicare buone pratiche per migliorare l’inserimento sul mercato del lavoro degli studenti tunisini di biotecnologie attraverso un programma di formazione che include workshop, webinar e visite di esperti europei in Tunisia.

Si tratta del terzo incontro tra le università partner dell’iniziativa. Hanno aperto i lavori: il Rettore dell’Università di Torino, Stefano Geuna, la Prof.ssa Fiorella Altruda, che ha guidato il progetto fino a novembre 2022 e la Prof.ssa Emanuela Tolosano, attuale coordinatrice del progetto. Le attività organizzative sono state supervisionate dalla Dott.ssa Cornelia Di Gaetano, tecnico di ricerca presso il Dipartimento di Biotecnologie Molecolari e Scienze per la Salute.

A Torino è arrivata una delegazione composta da 28 tra docenti, ricercatori e dirigenti del Ministry of Higher Education and Scientific Research Tunisia, guidati dalla Prof.ssa Manel Ben M’Hadheb, Maître de Conférences en Biologie Moléculaire dell’Institut Supérieur de Biotechnologie de Monastir (ISBM) e coordinatrice Internazionale di Biotech Tunisia.

Al termine del progetto, che si concluderà il 14 luglio 2024, i programmi accademici verranno rivisti in base alle indicazioni delle autorità ministeriali, studenti e docenti delle università tunisine e ai suggerimenti dei tre partner europei, portando all’attuazione di riforme curricolari. Biotech Tunisia è infatti uno Structural Project, un progetto che impatta sul sistema dell’istruzione di secondo e terzo livello e prevede la partecipazione del Ministero della Pubblica Istruzione tunisino.

Leggi altro su Formazione

Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

Leggi anche