• 04/06/2023

Gruppo Giacomini tecnologia sostenibile

 Gruppo Giacomini tecnologia sostenibile

Graziano Giacomini

È il Made in Italy, che non si vede, ma che la fa da padrone. Made in Italy, che sta lentamente conquistando una fetta importante del mercato mondiale.

Pochi sanno che le valvole e i componenti degli impianti di riscaldamento rappresentano fortemente il Made in Italy. L’azienda Boca (Novara) IVR ne è la prova.

Parte del Gruppo Piero Giacomini , IVR (sito web) è attiva da 40 anni nel mercato HVAC e del riscaldamento con apparecchiature di controllo per riscaldamento, acqua, gas, industriali e di servizio e valvole motorizzate ed è l’indiscusso leader qualitativo del settore. Grazie alla conoscenza della famiglia Giacomini, l’azienda è stata protagonista di importanti sviluppi negli ultimi anni. La gamma di prodotti è stata ampliata del 400% per soddisfare le nuove esigenze del settore, nonché un servizio più personalizzato.

Le esportazioni sono cresciute enormemente: oggi le esportazioni rappresentano l’80 per cento del fatturato in più di 80 paesi del mondo, e hanno 30 certificati internazionali che le consentono di essere considerate tra le aziende leader a livello mondiale. In particolare, l’IVR è ormai diventata una realtà di prim’ordine, soprattutto nella fornitura di sistemi ad alta efficienza energetica.

L’azienda, da sempre considerata leader all’avanguardia nel proprio settore, si supera avvalendosi dell’eccezionale patrimonio tecnologico messo a disposizione dalle altre società del Gruppo Giacomini: EFFECTO Group – che unisce le competenze di Tecnomors, Grip e robotica applicata; Attività di coordinamento di KrioKlima, SEAS e Trafalgar. Molto importante anche l’arrivo del settore del bilancio di sistema digitale e della domotica grazie all’accordo strategico con la tedesca Blossom e SEAS sistemi di trattamento e produzione acqua e risparmio energetico. Il Gruppo Giacomini ha un fatturato di oltre 100 milioni di dollari, impiega circa 170 persone e conta 15 sedi nel mondo. Effecto Group è un’altra importante realtà del gruppo con una case history interessante. Il leader di mercato nei componenti per l’automazione e la robotica deve la sua nascita a una graduale acquisizione. Nel 2016 l’azienda italiana Tecnomors Spa, leader di mercato nei componenti per l’automazione e la robotica dal 1967, ha completato il suo progetto acquistando l’intera azienda americana Applied Robotics Inc. scorte (Glenville, NY – USA) è specializzata in componenti per la robotica dal 1983. Nasce così Effecto Group che, grazie a importanti investimenti, ha costantemente implementato la propria offerta di prodotti nei due siti produttivi di Glenville (NY) e San Maurizio. D’. Opaglio (Novara). Nel 2021, Effecto Group ha costituito una società in Baviera (Germania) per stabilire una presenza stabile nel più grande mercato europeo dell’automazione e per focalizzare la propria organizzazione di vendita sui clienti tedeschi. Questi sono i punti di partenza che hanno portato alla definizione tedesca di PTM corporate procurement. Effecto Group innova la propria attività quotidiana in risposta alle esigenze legate alla crescente automazione dei processi produttivi industriali in tutti i settori dall’automotive al medicale, dall’alimentare alla cosmetica. Grazie al know-how consolidato da decenni delle due aziende, il gruppo Effecto unisce il know-how di Tecnomors nella costruzione di pinze, viti, motori lineari e rotativi, sistemi di polsi robotizzati, componenti di automazione e robotica, nonché la costruzione di attrezzature di servizio. macchine utensili in genere; Esperienza di robotica applicata nella produzione di sistemi di cambio utensile, dispositivi di monitoraggio anticollisione e pinze speciali, con sistemi temporaneamente progettati per aumentare velocità, flessibilità ed efficienza. Abbiamo intervistato Graziano Giacomini, responsabile delle attività internazionali del Gruppo Giacomini.

piemonte economy - Gruppo Giacomini tecnologia sostenibile
Graziano Giacomini

Tre “segreti” che hanno portato allo sviluppo e successo del Gruppo Giacomini

Non vi sono segreti, alla base del nostro successo ci sono i valori che nostro padre Piero Giacomini ci ha trasmesso e continua a trasmetterci ancora ogni giorno: l’onestà, il rispetto per le altre persone e il piacere di un lavoro ben fatto. Oggi nel nostro settore, per restare competitivi e crescere, è necessario una continua iniezione di tecnologia e lo sviluppo di sistemi innovativi che permettano la perfetta sinergia tra le tecnologie. Altro aspetto fondamentale è la cura del cliente, fornire un servizio sempre attento e puntuale.

Di quale risultato tra quelli conseguiti nel 2022 va più fiero?

Abbiamo intrapreso un percorso di successo e crescita che si è consolidato anno dopo anno, sono risultarti lusinghieri che mi rendono fiero: la crescita di fatturato, l’acquisizione di nuove quote di mercato e poter vantare nel nostro portfolio alcuni clienti nuovi particolarmente prestigiosi.

Quali sono la mission e la vision del Gruppo Giacomini?

La nostra missione è una crescita costante, consolidata e sostenibile per tutte le aziende del Gruppo, perfettamente integrate una con l’altra. Il nostro sguardo è ricolto oltre confine, con l’obiettivo di potenziare fortemente l’internazionalizzazione. La nostra visione è di riuscire a creare un modello di business di successo, così come essere un’azienda dove si lavora bene e con soddisfazione.

Cos’è il successo per Lei?

Andare a letto la sera soddisfatto della mia giornata.

Qual è il percorso per raggiungere le vostre 30 certificazioni internazionali?

Abbiamo ottenuto le numerose certificazioni internazionali lavorando in maniera attenta e costante, puntando sempre alla qualità. Tutto questo è stato possibile grazie ad un ufficio R&D di eccellenza che ha svolto in maniera impeccabile tutte le procedure molto complesse dedicando una particolare attenzione allo sviluppo dei prodotti. Ogni certificazione ha un proprio disciplinare con norme è a sé e ogni Paese ha le sue sfumature: è fondamentale sapersi districare con versatilità, competenza, attenzione, costanza e qualità.

Winston Churchill diceva che “Alcune persone vedono un’impresa privata come una tigre feroce da uccidere subito, altri come una mucca da mungere, pochissimi la vedono com’è in realtà: un robusto cavallo che traina un carro molto pesante.” Lei come la vede e come pensa che gli altri vedano il Gruppo Giacomini?

Credo che l’industria sia il motore dell’economia e l’impresa privata è indispensabile per lo sviluppo tecnologico, economico, culturale e sociale di ogni Paese. Spero che ci vedano come un Gruppo industriale che lavora con qualità e attenzione, dando il suo contributo in Italia, Germania, Svizzera e Stati Uniti all’economia, al progresso e in generale al benessere.

piemonte economy - Gruppo Giacomini tecnologia sostenibile
Graziano, Piero, Flavio Giacomini

 

Leggi altri articoli: in Primo Piano – dalle Aziende Piemontesi

Giorgio Nadali

Giornalista, formatore, coach, scrittore

Leggi anche