• 18/05/2024

Nuove idee e tecnologie per la filiera agroalimentare: un workshop a Pollenzo

 Nuove idee e tecnologie per la filiera agroalimentare: un workshop a Pollenzo

Mercoledì 20 aprile, alle 17:45 a Pollenzo (Bra, CN), si terrà il workshop “Terra & Tech“, promosso dall’Associazione Filiera Futura, in collaborazione con l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e l’Incubatore del Politecnico di Torino I3P nell’ambito del progetto GrandUP! Tech.

Durante l’incontro ascolteremo storie ed esempi per conoscere le nuove idee e tecnologie che stanno cambiando il mondo delle filiere agroalimentari.

Temi e obiettivi

Il mercato italiano del cibo e dell’agricoltura è popolato da una miriade di piccole aziende agricole e PMI. Se da un lato questo rappresenta un’incredibile ricchezza in termini di esperienze, tradizioni e prodotti, dall’altra la loro competitività nel medio periodo è inficiata dalla dimensione ridotta che spesso non consente un accesso ottimale alle soluzioni tecnologiche che sempre più determinano vantaggi competitivi sul mercato.

L’obiettivo di questo workshop è favorire il rafforzamento nel tempo del valore della tradizione agroalimentare italiana aiutando le imprese del settore a scoprire e a padroneggiare il meglio delle nuove tecnologie per aumentare la loro possibilità di successo nel mercato di domani. L’incontro presenterà una panoramica delle più interessanti soluzioni digitali e tecnologiche per il mercato dell’agricoltura tradizionale, dimostrando come alcune di esse possano effettivamente migliorare il lavoro delle imprese del settore, e offrirà un momento di confronto tra i diversi attori coinvolti: gli agricoltori, le fondazioni attive sul territorio e le startup innovative.

Come partecipare

L’incontro, gratuito, è rivolto a privati, aziende ed enti interessati a conoscere nuove imprese e ad approfondire prospettive e scenari che la tecnologia può offrire al settore agroalimentare.

Per partecipare all’evento, che si svolgerà in presenza presso l’Albergo dell’Agenzia di Pollenzo (via Fossano 21, 12042 Bra frazione Pollenzo, provincia di Cuneo) è necessaria l’iscrizione su Eventbrite, cliccando sul pulsante “Iscriviti“. Nel rispetto delle normative di sicurezza, i posti disponibili in sala sono limitati a un massimo di 100.

Programma

Saluti istituzionali e introduzione

  • Francesco Cappello, Presidente di Filiera Futura e Vice Presidente di Fondazione CRC
  • Silvio Barbero, Vice Presidente del CdA dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo
  • Giuseppe Scellato, Presidente di I3P
  • Adriano Marconetto, Serial Entrepreneur e Business Angel
  • Peter W. Kruger, Chairman di Agrifood-tech Italia e Managing Partner di AgFood Ventures

Presentazione di quattro startup e delle loro soluzioni per un’agricoltura più efficiente

  • Evja aiuta le aziende agricole a ottimizzare la gestione della nutrizione e difesa irrigazione delle colture grazie a OPI, il più avanzato sistema di agricoltura di precisione. I dati vengono raccolti dal campo con sensori wireless per l’agricoltura ed elaborati tramite intelligenze artificiali per definire modelli predittivi in base agli obiettivi degli agricoltori.
  • Elaisian è un sistema di supporto alle decisioni che previene le malattie di uliveti, frutteti e vigneti, permettendo di far scoprire in anticipo la presenza dei patogeni e ridurre il numero dei trattamenti.
  • Babaco Market consegna a domicilio frutta e verdura con piccoli difetti di buccia, dalle forme simpatiche e misure più piccole del solito, che non vengono accettate dai canali tradizionali come i supermercati e per questo sarebbero spesso destinate allo spreco.
  • Hortobot è un’azienda innovativa nel settore del “Precision Farming 4.0” che ingegnerizza macchinari intelligenti e autonomi in grado di sostenere la riforma sistemica del settore agricolo e in particolare orticolo. Il progetto è nato dai tavoli di lavoro di Digital Innovation Gate 421 (DIG421), fondazione non profit e di partecipazione nata con l’obiettivo di creare un ecosistema di innovazione, attivare lo scambio di conoscenze, avviare progettualità congiunte, attraverso la collaborazione di soggetti diversi che lavorano allo stesso tavolo.

Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

Leggi anche