• 01/12/2022

Prevenire e difendersi dalla violenza digitale di genere

 Prevenire e difendersi dalla violenza digitale di genere

CONVEGNO
mercoledì 23 novembre 2022, ore 10

Palazzo Lascaris – Aula consiliare via Alfieri, 15 – Torino

Programma

Saluti istituzionali

Stefano Allasia, Presidente Consiglio regionale del Piemonte

Sara Zambaia, Giampiero Leo, Vicepresidenti Comitato regionale Diritti Umani e Civili

Introduce

Ornella Toselli, Presidente Consulta femminile regionale

Intervengono

Fabiola Silvestri, Dirigente Polizia Postale e delle Comunicazioni di Piemonte e Valle d’Aosta

I reati digitali contro le donne maggiormente rilevati in Piemonte

Barbara De Toma, Dirigente Divisione anticrimine Polizia di Stato

L’ammonimento del Questore: provvedimento di prevenzione per i casi di violenza domestica, stalking e cyberbullismo

Manuela Monti, Centro studi di informatica giuridica (CSIG), Ivrea

I dati sull’odio in rete contro le donne e riflessioni giuridiche

Elena Ferrara, Comitato regionale Diritti Umani e Civili

Cyberbullismo: percezione del fenomeno e conoscenza delle misure di tutela da parte di studentesse e studenti piemontesi

Pierangela Peila Castellani, Direttivo Telefono Rosa Piemonte

L’attività di ascolto e trattamento delle donne vittime di violenza in rete

Giovanna Perino, Istituto ricerche economico sociali del Piemonte (IRES)

Salute di genere, violenza di genere e digitale. Prime riflessioni

Dibattito e chiusura lavori

 

 Il convegno potrà essere seguito in diretta streaming sul sito o sui canali Facebook e Youtube del Consiglio regionale del Piemonte

 

La violenza contro le donne è un fenomeno strutturale e diffuso che assume molteplici forme più o meno gravi: dalla violenza fisica a quella sessuale, dalla violenza psicologica a quella economica, fino agli atti persecutori che attingono alla dimensione come lo stalking, il body shaming e il cyber-flashing. Una fenomenologia che trova, oggigiorno, nuove espressioni anche a causa della crescente digitalizzazione, che ha fornito uno strumento facilmente accessibile attraverso il quale perpetrare molestie e violenza nei confronti delle donne, dando origine a nuovi comportamenti lesivi della dignitò e della salute delle donne.

Leggi anche